Taras Brothers in Hands 2K22

23 Giugno 2022 - Ore 18:29

TARAS Brothers in Hands 2022

E ci ritroviamo nuovamente a gareggiare, dopo quasi tre anni torna la tappa di GBI nella sua sede di origine, la città di Taranto e dunque con il Taras Brothers in Hands 2022! Dopo distanziamenti sociali imposti, paura del prossimo, discriminazioni di ogni tipo, ci si ritrova finalmente ad abbracciarci in un clima di festa e condivisione come pochi se ne possono trovare in ambienti sportivi. Il Grip Sport, si sa, è uno sport di nicchia, ma questa sua caratteristica sembra impreziosirne il valore e stringere i partecipanti in un cerchio di reale e fraterna amicizia.

 

Prologo

Una gara il Taras organizzata con poco anticipo, causa incertezze sulla reale libertà di movimento dovute ai vari DPCM governativi. Tanti inviti e tanti assenti, dovuti alle più svariate necessità di ognuno. L’assenza più importante, quella del mio socio Fabrizio Caracciolo che per gravi motivi di salute non è potuto essere tra noi!

A pochi giorni dal via, nuove disdette che apparentemente preannunciano una gara scarna e poco coinvolgente.

Ironia della sorte, l’atleta Matteo Bolognini in partenza il giorno precedente la gara,  riscontra problematiche che gli impediranno di prendere l’aereo per Brindisi! Tutto sembrava remare contro l’organizzazione, ma grazie all’indomita volontà di Bolognini, che facendosi in quattro prende il primo Freccia Rossa utile per scendere verso Taranto!

Così che, tra Roma, Pescara, Bologna  e Taranto ci si ritrova attorno ad un tavolo, la sera del tre Giugno, alzando bicchieri di birra per un brindisi in onore dell’incontro pre-gara!

 

Pronti a dare il massimo!

Nel fermento degli ultimi preparativi pre-gara, l’adrenalina comincia a farsi sentire, ma senza nervosismo, tutt’altro, è una adrenalina che sprigiona euforia e buonumore!

I chili di ghisa vengono impilati sulle varie barre di caricamento ed un medley che per certi versi sembra fattibile, per altri versi lascia davvero dubbi su tale fattibilità, a causa, non solo dei carichi previsti, quanto del tempo entro il quale riuscirci (5 minuti)!

Per gli amanti del Grip Sport è un vero paradiso che si para davanti i propri occhi! Presenti attrezzi di molti produttori da ogni parte del mondo: GBI, Crabhold, Armliftingreece, Ironmind, Griffkraft, DHWOG, Otevoima,  FBBC e poi chiodi da piegare e carte da strappare! Una vera mattanza per le mani!

Dieci concorrenti in un’unica categoria hanno dato vita ad un medley davvero coinvolgente da vivere ma anche da guardare dall’esterno. Atleti che per la prima volta facevano i conti con attrezzi davvero devastanti e sfuggenti, che hanno speso ogni stilla di energia, sino all’ultimo secondo utile, nel tentativo di staccare da terra attrezzi che richiedono non solo forza, ma anche tolleranza al dolore ed una tecnica per sfruttare al meglio il sollevamento.

Loris Antonucci della provincia di Pescara, atleta proveniente dal mondo dei Kettlebell, attacca con grinta e velocità ogni attrezzo, con i quali purtroppo dovrà arrendersi per via dell’inesperienza specifica e forse per un eccessivo affaticamento nei veloci passaggi da un attrezzo all’altro. Dimostrando però una grande tenacia e dei polsi molto forti, riuscendo nella prova di bending.

Sottotono la prova di Francesco Presicci, atleta che più volte ha mostrato notevoli qualità nel Grip Sport, ma in questa occasione sembra non essere riuscito a tirare fuori il meglio dalle sue possibilità. Sono sicuro in futuro riuscirà ad essere molto più competitivo, perché è alla sua portata!

Si attestano allo stesso livello Fabio Campeggio e Giulio Elia, uomini dalla mano importante e forgiata dal duro lavoro, che compiono sollevamenti interessanti ma si incaponiscono anche su sollevamenti che richiedono buona confidenza ed esperienza, ricavandone purtroppo alcune delusioni.

Ottimo testa a testa viene fuori da Stefano Paolini e Matteo Bolognini, i quali si sono distinti per aver sollevato prove davvero impegnative, ma entrambi hanno trovato difficoltà nel Logan e nello Skull Crusher, riuscendo però a concludere buona parte del medley.

Tra i pretendenti al titolo per questo Taras Brothers in Hands 2022 sicuramente spiccava il nome di Gian Lorenzo Trabucco, atleta abruzzese distintosi sempre per la notevole forza della sua mano, soprattutto quando si tratta di salire in maniera importante con i carichi.

Trabucco ha concluso quasi interamente il medley, lasciandosi dietro poche prove, tra cui il Logan e lo Skull Crusher, due attrezzi che sono amati ed odiati allo stesso tempo per la loro propensione a scappar di mano lasciandosi dietro il dolore come unico risultato!

 

Restano tre atleti a contendersi il podio, lasciando con il fiato sospeso sino al risultato finale tutti i presenti. Tre atleti che hanno avuto un rendimento simile nella gestione del medley. Nico Oliveto, che ha letteralmente attaccato con foga e determinazione ogni singolo step previsto tra le ventinove prove, mancando di un soffio il sollevamento del Logan, ma conquistando cinque punti extra per essere stato l’unico a spezzare il grosso chiodo nel braced bending!

Ottima la prova di Giorgio Giannico, l’unico assieme a Manuel Pieroni riuscito a completare l’intero medley, arrivato però con fatica nei secondi finali con il tentativo di spezzare il grosso chiodo, ma il cronometro ha vinto per primo, decretando la prova di snapping incompiuta!

Disarmante invece la gara disputata dall’uragano romano, Manuel Pieroni, il quale sembrava impegnato in una caccia al tesoro più che ad una gara di sollevamenti! Forse un incantesimo che annullava la gravità, oppure, semplicemente, un livello nettamente superiore. Sta di fatto che i pesi sembravano all’istante essere vuoti, sollevati con facilità ed in totale relax. Accumulata solo un po’ di stanchezza in fase finale, l’unico sforzo compiuto da Hurricane è stato avvertito durante la trattenuta della catena (peso 4 kg) con il Gripper CoC #2.

E dunque, durante il lavoro di calcolo eseguito da Virginia Caroli, ormai colonna portante della gestione dati gara GBI, il risultato è da fotofinish! I primi tre posti pari punti!!! Vince il Taras Brothers in Hands 2022 Manuel Pieroni, con 90 punti ma con un tempo inferiore per aver terminato il medley quasi un minuto prima dei 5 minuti previsti! Seguito al secondo posto da Nico Oliveto, grande combattente di carattere, che chiude a 90 punti un medley letteralmente dominato e vince sul terzo posto di Giorgio Giannico (anche per lui 90 punti!) per un peso corporeo inferiore!

Un medley davvero coinvolgente, divertente e ricco di qualità diverse che ha fatto emergere forza, resistenza, caparbietà e tolleranza al dolore nelle mani di chi vi ha preso parte!

 

 

 

 

Epilogo

Una gara che è stata come ossigeno sul fuoco per tutti. Ha rinnovato il vigore del fuoco che brucia per le nostre passioni. In ognuno di noi ha scaturito riflessioni sui propri limiti, sul poter, e dover, fare di più. Su tutti ha lasciato il sorriso e la soddisfazione dati dall’incontro, dal confronto e dalla condivisione proficua.

 

Ringraziamenti

Grazie a mia moglie Virginia Caroli che è un ancora di salvezza pronta a tutto. Indispensabile organizzatrice e ragioniera di gara.

Grazie al fraterno Nico Oliveto che si è sbattuto e fatto carico di quintali di ghisa, sempre pronto a dare una mano… anche due!

Grazie a Marco De Pace per le splendide foto che saranno un indelebile ricordo.

Grazie a Fabio Campeggio (Ignorant Lifter) per il supporto e lo sponsor.

Grazie a Manuel Pieroni, Matteo Bolognini, Gian Lorenzo Trabucco, Stefano Paolini e Loris Antonucci per aver affrontato un lungo viaggio per essere presenti e dar lustro a questa giornata.

Grazie a Francesco Presicci per la birra extra fredda e croccante!

Grazie a Loris Antonucci per le risate  la spensieratezza

Grazie a chi è venuto in supporto, a bere e mangiare con noi!

Grazie anche a chi voleva esserci ma non è potuto venire e ci ha sostenuto anche solo con un pensiero.

Spiacente per chi si è perso una grande opportunità.

 

Giorgio Giannico

 

 

5 based on 1 reviews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares
© Copyright 2015 by MF